Comune di Legnano Comune di Legnano Comune di Legnano
Questo articolo è stato letto 575 volte
Pubblicato il: 15/11/2019
Mostra fotografica dal 23 novembre al 14 dicembre 2019 - Biblioteca Civica A. Marinoni, Legnano

RIC-AMATI - FILI D'ARTE E PAROLA

RIC-AMATI - FILI D'ARTE E PAROLA

Il progetto fotografico-poetico Ric-amati. Fili d’arte e parole è un momento d’arte e di riflessione in cui immagini e parole si intrecciano come i fili dei legami che le donne sanno tessere con la loro forza e la loro delicatezza.

Il progetto, realizzato in collaborazione con il Comune di Legnano, curato dalla fotografa Romina Pilotti e dalla scrittrice/poetessa Agnese Coppola, si compone di una mostra fotografica di 22 fotografie aventi ad oggetto le mani di donne che Romina Pilotti ha incontrato e ritratto per strada, nei giardini pubblici o nell'intimità delle loro case nel momento in cui ricamano, usano la macchina per cucire, lavorano ai ferri o all'uncinetto, al tombolo, in cui intrecciano corde per creare arazzi.

Le mani sono la parte del corpo che più degli occhi rappresentano il carattere, le emozioni, il vissuto di una persona; con le mani comunichiamo con il mondo fuori, perché sono in grado di donare e di ricevere, sono simbolo della capacità di affrontare il mondo, la parte di noi con la quale tocchiamo, accarezziamo, amiamo. “Ho un rispetto infinito per chi sa costruire con le mani. Mi piacciono le mani capaci di chi è abituato a toccare le cose. Chiunque ha consuetudine con le cose materiali ha mani espressive, di una bellezza che non ha niente a che vedere con le cure dell’estetista.”

Il progetto espositivo, finalizzato alla valorizzazione della figura femminile nelle sue caratteristiche di forza e delicatezza e a promuovere una cultura del rispetto della donna, è dedicato alle donne di qualsiasi età, di qualsiasi provenienza geografica e sociale; è un omaggio al loro fascino, alla loro capacità di "saper legare", tenere insieme, alla loro capacità di saper accudire e occuparsi degli altri, alla loro predisposizione al compromesso e alla pace, perché “l’unica cosa che conta nella vita è l’amore che puoi dare a chi te lo chiede, che siano i figli, i nonni o la prima persona che incontrerai per strada, perché quello che non abbiamo dato pesa più di qualunque cosa possiamo aver perso.”

Il giorno dell’inaugurazione della mostra sabato 23 novembre alle ore 16,00 presso la Biblioteca Civica A. Marinoni, via Cavour 3/b, la poetessa Agnese Coppola condurrà un reading poetico molto coinvolgente sul tema della donna e sulle relazioni che essa sa instaurare con il mondo, insieme ad altri poeti e poetesse che si alterneranno vicendevolmente. La serata sarà accompagnata da intermezzi musicali e dall’esibizione di alcune ballerine di danza classica.

La mostra sarà visitabile fino al 14 dicembre seguendo gli orari di apertura della Biblioteca Civica:

lunedì 14.00/18.50
da martedì a venerdì 9.30/18.50 (orario continuato)
sabato 9.30/18.00 (orario continuato)

Ingresso libero